Obbligatorio un portabicchieri e una radio con due altoparlanti, ma non una parola sulle auto elettriche: le linee guida per la flotta del gabinetto olandese sono piuttosto superate, secondo una ricerca di NU.nl. Anche il ministro del clima e dell’energia Rob Jetten non deve guidare elettricamente. “Un’auto elettrica non è ancora abbastanza pratica.”

Uno dei privilegi di cui godono ministri e segretari di Stato è un’auto ufficiale con autista. Le immagini del Binnenhof mostrano che una BMW o un’Audi blu sono le preferite. Ma quali sono le linee guida per l’acquisto di un’auto ufficiale per i ministri?

Nel corso degli anni c’è stato un bel po’ di trambusto per le auto ufficiali dei membri del gabinetto. L’ex ministro Herman Heinsbroek ha offerto generosamente che avrebbe usato la sua Bentley privata come auto ufficiale invece della BMW che lo stava aspettando all’Aia. L’ex ministro Annemarie Jorritsma ha sbattuto la sua Ford Scorpio “troppo economica” con le parole: “I ministri possono per favore guidare un’auto decente come quella del primo magnaccia di Amsterdam?”

Ma l’auto ufficiale più famosa è senza dubbio la BMW serie 5 dell’ex segretario di Stato Klaas Dijkhoff. Quando ha voluto allontanarsi dopo una visita di lavoro per un controverso centro per richiedenti asilo, una donna di Drenthe si è fermata proprio di fronte e ha gridato: “Una grossa BMW, ragazzi!” Un poliziotto in borghese troppo zelante ha poi brutalmente buttato a terra la donna in questione per spianare la strada all’auto ufficiale di Dijkhoff.

Leave a Reply

Your email address will not be published.